Location: 
Saint-Barthelemy, French West Indies - Caraibi
Timeline: 
2018
Type of operation: 
Restauro, risanamento e ampliamento
Work Amount: 
9.500.000,00 €
Client: 
LE Sereno Sarl
Designer: 
arch. Guillermo De Yavorsky - Studio GDY Miami USA
Category: 
OG1
OG11
OS18A
OS18B
Interesting data: 
• 15 milioni in poco più di 7 mesi 
 • 180 operai di media giornaliera 
 • 15 tecnici a direzione delle moltissime opere realizzate in sovrapposizione 


Le Sereno - St Barth


"realizzato in italia e spedito ai Caraibi"

Descrizione dell’intervento

A seguito degli ingenti danni causati dall’Uragano Irma nel settembre 2017 la committenza richiede l’intervento urgente dell’impresa per l’organizzazione ed esecuzione delle opere di restauro ed ampliamento del resort nella prestigiosa isola delle Piccole Antille Francesi nei Caraibi.

 

La prima fase prevede la messa in sicurezza degli edifici, sistemazione e risodino dei materiali sparsi dal vento e dall’acqua, catalogazione dei materiali danneggiati e verifica di quanto è necessario rispristinare. Timeline Gennaio
2018.

 

La seconda fase prevede il rilievo architettonico dei corpi di fabbrica, la proposta tecnica ed economica delle opere di ripristino ed ampliamento. Timeline febbraio – marzo 2018.

 

La terza fase cantierizzazione e organizzazione dei materiali da costruire e spedire dall’Italia verso i Caraibi, con smistamento e consegna via nave da porto di Genova a porto di Guadalupe e successiva consegna al porto di Gustavia in St. Barth, oltre che alcuni viaggi aerei per consegne urgenti ed imprevisti. Timeline aprile - novembre 2018.

 

La quarta fase opere di demolizione dei 24 edifici più danneggiati, opere strutturali in c.a. tra cui la costruzione delle nuove fondazioni e il parziale impiego di macchine da fondazioni speciali per il sostegno del terreno. Timeline maggio 2018

La quinta fase
opere architettoniche ed impiantistiche, oltre che di finitura ed arredo fisso sia delle camere che degli edifici tecnici. Vengono ricostruiti integralmente n. 24 edifici uso camere hotel e n. 9 edifici tecnici. Gli altri n. 15 edifici per camere e n. 9 edifici tecnici sono oggetto di restauro e rifacimento impianti. Timeline luglio - novembre 2018.

 

La sesta fase coincide con le opere di arredamento mobile, finiture interne di pregio e avviamento impianti, consegna al cliente. Timeline novembre  - dicembre 2018.

 

Avviamento hotel ed accoglienza ospiti dal 20/12/2018.

 

Opere strutturali

Gli edifici sono a uno o due piani. Il sollevamento dell’oceano durante l’uragano ha provocato il danneggiamento delle opere di fondazione e la necessità della ricostruzione con parziale esecuzione di fondazioni profonde speciali con micropali. Tutte le nuove opere di fondazione comprendono le predisposizioni degli impianti su cui viene collegata la parte superficiale dell’edificio ed opere di protezione da umidità e sigillatura contro vento e insetti.

 

Finiture esterne

Le facciate esterne sono state restaurate o rieseguite con i materiali caratterizzanti dell’isola di St. Barth: perline tipo Simonin e angolari di finitura di colore bianco, oltre a grondaie ed elementi facilmente reperibili sull’isola in caso di danneggiamento e necessità di sostituzione.

Le coperture sono in lamiera di colore bianco, come elemento ricorrente nell’isola. Il fissaggio antivento viene fatto a mezzo viti in alluminio al sottofondo in legno impermeabilizzato con guaine traspiranti.

Tutti i serramenti vengono sostituiti integralmente sia sul lato mare che sul lato ingresso con dotazione di finiture e tecnologie di apertura consone al livello di finitura richiesto dal Committente.

 

Intervento più rilevante

L’intervento di maggior rilevanza del progetto ha riguardato la realizzazione della copertura del ristorante e delle cucine nella parte centrale del cantiere con la sostituzione del manto in scandole in legno naturale di cedro. Il lavoro è stato eseguito durante l’uso continuo del locale ristorante e cucine senza sospensione delle attività, coordinando i servizi con spostamento parziale della logistica e protezione dei corpi di fabbrica ancora in funzione a mezzo di partizioni mobili, ponteggi e teli in nylon.

Il personale a servizi dell’hotel  e le maestranze a lavoro hanno saputo accettare le interferenze e coordinare le lavorazioni per l’obbiettivo comune di eseguire l’opera e ridurre i tempi.

 

Sistemazioni esterne

Le opere di sistemazione esterna architettonica e a verde hanno una grossa importanza in un residence ai Caraibi. Il coordinamento delle fasi cruciali della sistemazione esterna è stato fatto dall’impresa in diretto affiancamento della Direzione Lavori e architetto progettista direttamente presenti sull’isola. Le ditte interessate dalla realizzazione erano di origine Italiana, Europea, Stati Uniti d’America e ditte ed operatori locali di St. Barth. Lo sforzo corale ha portato al coinvolgimento di tutte le maestranze e al completamento delle opere richieste.